Third Open Innovation Challenge

promosso da Europeana Food & Drink
  • Food & Drinks
Apertura Contest: 01 Oct 15
Presentazione: 12 Oct / 23 Dec 2015

Europeana Food and Drink Third Open Innovation Challenge è un concorso dedicato a team creativi in senso lato: professionisti delle industrie creativa e culturale, artigiani in campo sia analogico che digitale, manager e professionisti del patrimonio culturale, nonché piccoli produttori di cibo. Le squadre che riuniscono diversi profili e gareggiano in sinergia con i piccoli produttori alimentari saranno valutate positivamente.

Ai concorrenti viene richiesto di presentare un prodotto, in 2D o in 3D, che utilizzi contenuti di Europeana. I prodotti dovranno evidenziare I valori del patrimonio cultural da cui il concorso trae ispirazione. I partecipanti dovranno utilizzare i contenuti di Europeana elaborandoli creativamente, valorizzando le connessioni con i patrimoni culturali, materiali e immateriali.

Il concorso è promosso in collaborazione con IAPH – Instituto Andaluz del Patrimonio Historico di Siviglia, e da Sapienza Università di Roma (Digilab)

Possono concorrere alle Europeana Food and Drink Open Innovation Challenges tutte le organizzazioni private, pubbliche o non-profit o persone fisiche di uno dei 28 paesi dell’Unione Europea. Ogni partecipante può presentare un solo progetto.

Le imprese che hanno sedi o filiali in diversi paesi possono partecipare da un solo paese. Le domande devono essere scritte e presentate in Inglese.

I vincitori ed i migliori prodotti saranno premiati al Challenge Award Event, che si svolgerà il 29 Gennaio 2016 a Siviglia. 

Le linee generali, le informazioni e le procedure richieste per la presentazione dei video, I criteri di valutazione e la procedura per la partecipazione sono pubblicate nelle Guidelines (http://foodanddrinkeurope.eu/challengethree).

Il concorso mira a favorire e sperimentare contemporaneamente:

  • I possibili modi di riutilizzo dei contenuti di Europeana, da parte di industrie o team creativi, su temi e soggetti specifici.
  • valorizzare e diffondere la conoscenza e i valori del patrimonio culturale (materiale e immateriale) del Food & Drink, al fine di favorire  processi produttivi che rielaborino i contenuti creando nuovi oggetti in campi differenti, quali il design, la pubblicità, il marketing, le tecniche di stampa 3D o tradizionali.
  •  promuovere le piccole realtà alimentari,con particolare attenzione alla loro bagaglio di conoscenze e la loro relazione con l’identità culturale.  
  • Promuovere opportunità e nuovi modelli di business per l'industria creativa e culturale europea, anche favorendo la loro connessione con il settore tradizionale produzione agroalimentare.

 

I prodotti ammessi sono:

1) Categoria 2D

Prodotti grafici che rielaborino immagini di Europeana legati al Food and Drink (cibo, oggetti, ambienti, strumenti, ...) per uso didattico o commerciale; es etichette, involucri, adesivi, loghi, confezioni, stampate su carta, tessuti, plastica o altri materiali.

 

2) Categoria 3D 

Prodotti materiali che riproducano o rielaborino in 3D dettagli tratti da immagini relative al Food and Drink (ad esempio immagini d'arte o di archeologia, arte applicata, oggetti di vita rurale, ambiente, cibo ...), per uso didattico o commerciale.

La rielaborazione creativa delle immagini è ammessa, naturalmente nel rispetto delle norme sul diritto d'autore. Se i materiali sono di pubblico dominio, o altrimenti concessi in libera licenza (quali le licenze Creative Commons CC e CC-SA, o il materiale contrassegnato dalla sigla CC0), la rielaborazione delle immagini è gratuita. Si prega di verificare e controllare le condizioni di licenza su :

http://creativecommons.org

http://www.europeana.eu/portal/rights/terms-and-policies.html

Se il processo di produzione viene applicato o è applicabile alla rielabozione di materiali protetti da copyright, è dovere del partecipante regolarne correttamente il riutilizzo.

In ogni caso, il partecipante dovrà indicare la fonte e specificare la licenza.

 

La valutazione avverrà sulla base di criteri selezionati (vedi sotto).
Prima di iniziare a valutazione, la giuria potrà definire ulteriormente il peso specifico dei criteri.
La giuria assegnerà un punteggio complessivo di 60 punti max per :

  • Coerenza con gli obiettivi del concorso: il prodotto deve essere coerente con gli obiettivi e le politiche indicati nelle Guidelines (vedi in particolare l'Allegato # 1).
  • Compatibilità: il prodotto incontra i valori e le esigenze del gruppo di riferimento descritti nel testo dell'autore.
  • Creatività: il prodotto consiste in un progetto e concetto ben concepiti.
  • Qualità estetica: il prodotto è originale e non banale per forma e contenuti, di buona qualità estetica e tecnicamente ben realizzato.

La giuria assegnerà un punteggio complessivo di 60 punti max. per :

  • Scalabilità: il prodotto potrebbe favorire effetti multipli e nuove produzioni e innovazioni
  • Efficacia Comunicativa: il prodotto deve essere riconoscibile ed avere appeal.
  • Usabilità: il prodotto deve essere di facilmente fruizione e comprensione.
  • Verificabilità/Riuso: il concetto del prodotto è di semplice riutilizzo.

La giuria assegnerà un punteggio complessivo di 60 punti max. per :

  • Interesse della Comunità: il prodotto genererà forme di interesse per una Comunità.
  • Impatto culturale: il prodotto svolgerà un ruolo educativo , e motiverà le persone ad entrare in contatto con contenuti del patrimonio culturale.
  • Benefici per il Mercato: il prodotto dovrebbe essere riutilizzato per fini commerciali.

La giuria assegnerà un punteggio complessivo di 60 punti max. per :

  • Competenza: equilibrio tra le competenze del candidato e la qualità del prodotto (esempio: competenza professionale nella produzione, ma prodotto di bassa qualità = punteggio basso; competenze professionali e buona qualità = punteggio medio ; competenze non professionali ma buona qualità = punteggio alto).
  • Fattibilità: il prodotto è realizzato con tecnologie e materiali disponibili a costi ragionevoli.
  • Costi: equilibrio tra costi e qualità del video (esempio: alti costi produttivi, ma prodotto di bassa qualità = punteggio basso; alti costi e buona qualità = punteggio medio ; costi contenuti ma buona qualità = punteggio alto).
  • Solvibilità: la relazione tra investimento in tempo / denaro e la qualità e l'utilità del prodotto è ragionevole.

Di seguito un breve estratto delle Linee Guida e Termini & Condizioni dell’Europeana Food and Drink Second Open Innovation Challenge.
I partecipanti devono scaricare il PDF completo del regolamento ed accettarlo.
La presentazione di un progetto implica la piena ed incondizionata accettazione di tutti i termini e condizioni generali di questo concorso da parte del partecipante.

Il regolamento dell’Open Innovation Challenge definisce le specifiche dei temi del concorso ed evidenzia i criteri che porterebbero causare l’esclusione dal concorso.

Eventuali reclami relativi ai criteri di ammissione o di esclusione devono essere indirizzati via e-mail a:

europeana-fdchallenge.iaph@juntadeandalucia.es

Le regole generali sono le seguenti:

  • Possono concorrere alle Europeana Food and Drink Open Innovation Challenges tutte le organizzazioni private, pubbliche o non-profit o persone fisiche di uno dei 28 paesi dell’Unione Europea.
  • Ogni partecipante può presentare un solo progetto.
  • Le imprese che hanno sedi o filiali in diversi paesi possono partecipare da un solo paese.
  • Le domande devono essere scritte e presentate in Inglese.
  • I progetti devono essere inviati tramite la piattaforma del concorso http://contest.upeurope.com
  • I partners di Europeana Food and Drink non possono partecipare al concorso.

La Second Challenge inizia il 1° Ottobre 2015. Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è il 20 Dicembre 2015.
I video saranno caricati dai partecipanti sulla piattaforma UP http://contest.upeurope.com e devono rispettare i seguenti requisiti:

 

  • Lunghezza massima 11 minuti
  • Essere in formato MP4
  • Essere in lingua Inglese o, se in altra lingua, sottotitolati in Inglese.
  • Rispettare I termini delle licenze 

Promosso da

Premi e Premiazioni

Primo premio categoria 2D:    € 2.000,00

Primo premio categoria 3D:    € 2.000,00

I migliori prodotti verranno presentati al Challenge Award Event, che si terrà a Siviglia, il 29 Gennaio 2016.

I due progetti vincenti riceveranno un premio di € 2.000,00 ciascuno, offerto da Europeana Food and Drink Project. 

I migliori prodotti, inoltre, saranno promossi dai partners del progetto Europeana Food and Drink attraverso media e reti di comunicazione.

Gli OpenLabs “Cultura” (Roma) e “Heritage” (Siviglia) potranno  selezionare ulteriori progetti, meritevoli (per quanto riguarda il riuso di contenuti Europeana) di essere “incubati”, per le successive fasi di consulenza, testing e crowdfunding. 

 

Progetti Approvati